Google Classroom

Google Classroom introduce i Rapporti sull’originalità

Quest’anno, complice la pandemia e la DAD (Didattica A Distanza), si è fatto un largo uso delle piattaforme informatiche sviluppate ad hoc. Tra queste Google Classroom, che introduce adesso i Rapporti sull’originalità, ovvero uno strumento al servizio del insegnanti, utile a scoprire se un compito consegnato è autentico oppure il risultato di un plagio o di un copia-incolla da altre fonti.

Scrive Google:

Tu e i tuoi studenti potete utilizzare i rapporti sull’originalità per verificare l’autenticità di un lavoro. Quando esegui un rapporto, il file di Documenti Google di uno studente viene confrontato con pagine Web e libri su Internet. Il rapporto fornisce link alle fonti rilevate e segnala le eventuali citazioni omesse.

Il servizio di Google prende in esame anche i simboli provenienti da alfabeti e sistemi di scrittura differenti. In questo modo anche nel caso gli studenti sostituiscano certi caratteri con simboli solo visivamente simili, come può essere la lettera “a” al posto del greco “⍺” o del cirillico “α”, il docente riceve un avviso e può procedere a una revisione.

La funzionalità è riservata agli insegnanti, che possono usufruirne attivando i Rapporti sull’originalità di Classroom seguendo la relativa guida.

Serviranno circa due settimane perché la distribuzione della nuova funzione possa arrivare raggiungere tutti gli utenti con account G Suite for Education, Enterprise for Education e Classroom. 

Google Classroom


Seguici sui social e sul nostro canale YouTube

Sostienici con i tuoi acquisti, metti tra i tuoi preferiti il link ad Amazon. Tu non spenderai un centesimo in più, noi riceveremo una piccola commissione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *