Amazon sperimenta la consegna con i droni

Amazon PrimeAirAmazon sta sperimentando il servizio PrimeAir, che prevede la consegna dei pacchi fino a 2,5kg (che rappresentano l’86% delle consegne effettuate da Amazon) entro mezz’ora dall’ordine per i clienti che si trovano in un raggio di 16 km dai magazzini che si occupano delle spedizioni. La consegna verrà affidata a droni di piccole dimensioni dotati di 8 motori e denominati “Octocoper” dotati di GPS integrato. Il progetto, una volta ottenuta l’approvazione della FAA (Federal Aviation Administration), potrebbe partire entro i prossimi quattro o cinque anni. Scopriamo ulteriori dettagli di questa avvenieristica iniziativa …

La consegna tramite droni consente
– rapidità nella consegna;
– riduzione dei costi;
– riduzione dell’inquinamento;

Sembra fantascienza ma non lo è“, ha dichiarato il CEO di Amazon Jeff Bezos. Tra i motivi che hanno portato la società ad avviare questo progetto c’è il mantenimento della leadership nelle vendite al dettaglio. “Le aziende hanno vita breve, Amazon un giorno cadrà a pezzi e voglio che questo accada dopo la mia morte“.

Il progetto ha davanti a se alcuni anni prima di poter diventare operativo, ma il colosso del commercio elettronico lo sfrutta già, ottenendo un’enorme pubblicità gratuita e una rinfrescata all’immagine offuscata dalle recenti polemiche suscitate nel Regno Unito e in Germania per l’eccessivo carico di stress, e per le condizioni di lavoro rapportate ai bassi salari.

Amazon non è l’unica a sperimentare questo tipo di consegna. Anche in Cina la sperimentazione è avviata da parte della società di trasporti SF Express di Shenzen.

Ecco il video pubblicato da Amazon …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *