Due malware per Mac OS X – Tutti i dettagli

Logo SecureMacSecureMac ha individuato due malware per Mac OS X. Le prime apparizioni sono recentissime, si parla dei primi giorni di maggio, sotto la veste di un (falso) antivirus denominato Mac Defender, a cui si è aggiunta una variante chiamata Mac Security. Come avviene il contagio ? Tutto parte da link proposti da Google tra i risultati di ricerca, possono essere link a pagine web o ad immagini, che se cliccati mostrano sullo schermo una finta analisi antivirus in corso sul proprio computer. Scopri insieme a noi tutti i dettagli, le modalità di rimozione e le precauzioni per evitare di dover affrontare la disavventura …

Una volta cliccato il link in questione, un avviso informa l’utente che il sistema “sarebbe” infetto.

Nel momento in cui l’utente clicca su un qualunque elemento, viene scaricato l’installer del presunto Antivirus Mac Defender o Mac Security, che posizionerà un software nella cartella delle Applicazioni e lo inserirà anche tra gli elementi di avvio del sistema. A questo punto viene proposto l’acquisto del software in versione completa, che se non viene eseguito provoca l’infestazione del sistema con immagine pornografiche e pagine di siti web della stessa natura.

La seconda versione, Mac Security, in più invia all’autore del malware una serie di informazioni sul sistema “infettato”.

Rimouvere entrambe le versioni è cosa piuttosto semplice, ed è fattibile con la versione gratuita di MacScan 2.8. Dopo il download bisogna aggiornare le definizioni dei virus e dei malware cliccando sul pulsante apposito. Si può procedere anche manualmente, chiudendo il processo in esecuzione e trascinando nel cestino la cartella del software.

Per stare sereni occorre disattivare il lancio automatico a fine scaricamento dei file ritenuti “generalmente” sicuri, agendo nelle preferenze del browser.

Maggiori informazioni in proposito sull’apposita pagina del sito SecureMac.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *