Encoding certifica la supremazia del codec H.264

videoencodingchart.jpgLa battaglia tra Apple e Adobe si è fatta serrata e le due società “non se le sono mandate a dire”. Interessante l’analisi effettuata da Encoding.com, società specializzata nella codifica di contenuti video, per quanto riguarda i video realizzati per i propri clienti, tra cui figurano nomi del calibro di MTV Networks, Nokia, MySpace e Red Bull. Encoding ha analizzato la diffusione dei formati Flash, Flv, H.264 e Ogg Theora, proprio uno degli argomenti che Steve Jobs ha portato per sostenere la scelta di non supportare la tecnologia Adobe su iPhone OS. Secondo i dati, riportati nel grafico a lato, Steve Jobs ha fatto centro. H.264 è diventato il codec più utilizzato, crescendo in un anno dal 31% al 64% dei video online. Nello stesso periodo i due formati FLV e VP6, che rappresentano la presenza online di Flash, sono scesi complessivamente dal 69% al 26%. Il formato Ogg Theora passa da 0 al 4%. Un grosso contributo a questo risultato è stato determinato dalla scelta di YouTube di supportare via HTML5 il codec H.264. YouTube rappresenta da solo il 40% dei video presenti online. Analizzando questi dati e conoscendo la volontà della maggior parte dei soggetti coinvolti di voler essere presenti sulla piattaforma iPhone OS, oseremmo dire che la battaglia è già finita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *