L’ETSI conferma che lo standard nano-Sim è il progetto Apple, senza nessuna modifica

nano SIMArriva la conferma ufficiale sulla scelta effettuata dall’ETSI (European Telecommunications Standards Institute) in merito al nuovo standard per le nano-Sim. Ad una settimana di distanza è l’ETSI stesso a confermare la scelta con la pubblicazione delle specifiche tecniche. Lo standard è di fatto il progetto presentato da Apple, senza nessuna modifica. Il progetto di Apple garantisce la retrocompatibilità con i dispositivi che utilizzano le mini-Sim e le micro-Sim, è sufficiente dotarsi di apposito adattatore.

Le nano-Sim diventano standard !

L’ETSI (European Telecommunication Standards Institute) ha ratificato il nuovo standard per le nano-Sim. Proposto da Apple, lo standard per le nuove Sim del 40% più piccole di quelle attualmente in uso su iPhone, iPad e altri smartphone e telefoni cellulari, non ha avuto una strada semplice a causa dell’intervento di Nokia e Motorola, che hanno proposto un diverso design pur con le stesse dimensioni. Oltre al tentativo di mettere i bastoni tra le ruote ad Apple, che avrebbe avuto in mano un brevetto fondamentale per l’intero settore, i due competitor avevano definito problematica la proposta di Apple, che prevedendo una lunghezza uguale alla larghezza delle nano-Sim attuali, avrebbe potuto generare confusione ed errori di inserimento. Nokia e Motorola hanno proposto una tacca che impedisce un inserimento scorretto della schedina. Apple aveva dichiarato che una volta ratificata come standard, avrebbe permesso l’utilizzo della scheda a titolo gratuito da parte di qualsiasi altro produttore. Allo stato attuale non si conosce ufficialmente la versione scelta, occorrerà attendere la diffusione dei documenti contenenti le specifiche complete. L’ETSI ha dichiarato: “Non comunichiamo i dettagli specifici di come la decisione sia stata presa o quale proposta sia stata scelta. Ora abbiamo un formato standard ETSI per la 4FF. Non è più una questione che riguarda una società piuttosto che un’altra, l’industria ha preso una decisione collettiva”. Telefonino.net

Apple spinge per una Sim Card più piccola

Sim - Micro-Sim - E adesso ?Apple ha proposto una nuova Sim Card più piccola della micro-Sim attualmente usata su iPhone 4 e iPad, lo ha fatto con una richiesta presentata all’ETSI (European Telecoms Standard Body). Lo scopo è quello di produrre dispositivi più sottili ed ha riscosso l’apprezzamento di Anne Bouverot, Orange Head of Mobile Services, che ha dichiarato: “We were quite happy to see last week that Apple has submitted a new requirement to ETSI for a smaller SIM form factor, smaller than the one that goes in iPhone 4 and iPadThey have done that through the standardization route, through ETSI, with the sponsorship of some major mobile operators, Orange being one of them“. La strada è ancora lunga ed il primo dispositivo dotato di questa nuova Sim è probabile soltanto nel corso del prossimo anno. Per il momento non c’è stato nessun commento alla notizia, l’ETSI ed Apple tacciono. Precedentemente sembrava che Apple spingesse per l’eliminazione fisica della Sim, spostando i dati relativi al proprio abbonamento direttamente nella memoria del dispositivo, ma questa ipotesi sembrava incontrare l’opposizione della maggio parte degli operatori. Reuters