L’Autorità Garante avvia un’indagine su TripAdvisor

AGCM - LogoL’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha avviato un indagine per verificare se TripAdvisor, uno dei servizi più popolari per la classificazione di attività quali ristoranti, alberghi, pub ed altri locali pubblici, metta in atto azioni per evitare o limitare manipolazioni e false recensioni. L’indagine sembra partita dal gran numero di segnalazioni inviate da parte dei consumatori e dei proprietari di strutture turistiche, che hanno denunciato un uso improprio del  portale web, utilizzato addirittura come mezzo per ottenere sconti e trattamenti di favore, come dimostrato dal caso nato nelle scorse settimane nel Regno Unito. Martin Couchman, della British Hospitality Association per il MailOnline, ha dichiarato: “La gente che minaccia ristoratori e albergatori con recensioni negative su TripAdvisor sta diventando un problema crescente. Anche se è molto difficile capire l’entità del fenomeno, è chiaro che una piccola parte di utenti online ricattano i locali pubblici per ottenere tornaconti personali“. TripAdvisor ha inviatato a denunciare comportamenti simili. Comunicato AGCM.

iLegale – Recensione dell’agenda da udienza per iOS

iLegale - L'agenda da udienza per l'avvocatoGiacomo Zucchi, autore del portale MelaLegale (dedicato alla professione legale con dispositivi Apple), ha provato e recensito iLegale, un’applicazione per iOS destinata al solo settore civile, sviluppata con l’intento di sostituire la classica agenda cartacea da udienza e non il gestionale dello studio. “Questa peculiarità”, scrive Zucchi, “che può essere valutata come un limite intrinseco dell’applicazione è, invece, a mio avviso un suo punto di forza. Invero, come già scrivevo a suo tempo, le applicazioni del tipo agenda legale destinate ai dispositivi mobile di casa Apple consentono un’automazione ed una semplificazione del lavoro quotidiano ma, al tempo stesso, non si può pretendere da esse quella ricchezza di funzioni ed interoperabilità reperibili soltanto su applicativi di fascia alta. Pertanto, circoscrivere l’ambito di utilizzo della applicazione ad una funzione ben determinata (ovvero sostituire l’agenda da udienza), aiuta alla convivenza con altri applicativi di tipo gestionale all’interno dello studio, non precludendo il vaglio di  eventuali soluzioni di interazione ad hoc tramite Calendario e casomai realizzate su piattaforma FileMaker Pro“. Tutti gli interessati all’argomento possono leggere l’intera recensione sull’ottimo portale Mela Legale.