Prezzi degli HD in aumento per le alluvioni in Thailandia

Le recenti alluvioni in Thailandia hanno colpito duramente il paese e le imprese che hanno in quell’area le proprie unità produttive. Uno dei settori maggiormente colpiti sembrerebbe essere quello degli Hard Disk, che vede il 25% della produzione mondiale proprio in questo paese, con realtà come Seagate e Western Digital. Proprio queste due società hanno rivisto le stime sui danni, descrivendo uno scenario peggiore rispetto a quello inizialmente ipotizzato, con ripercussioni per i prossimi 2 o 3 trimestri. Questo è dovuto al fatto che ad essere state colpite sono una gran quantità di piccole società fornitrici di materiali e componenti necessari per l’assemblaggio dei prodotti. Per tornare alla situazione antecedente all’alluvione occorre rimettere in piedi e portare a regime l’intera filiera. Come conseguenza diretta si avrà un incremento dei prezzi al momento non facilmente quantificabile. Tutto questo impatterà su un mercato dei PC tutt’altro che brillante; anche Apple ha dichiarato che potrebbe avere ripercussioni, anche se sembra in una posizione migliore rispetto ai concorrenti, in quanto prodotti come MacBook Air e iPad montano solo chip Flash e per gli HD la società si rivolge a Samsung e Toshiba, che producono altrove. Electronista

Apple – I risultati del Q4 – 2011

Earnings Q4-2011Apple ha comunicato i risultati del quarto trimestre fiscale 2011, chiusosi lo scorso 30 settembre. Record di vendite per Mac, iPhone e iPad, un trimestre in crescita rispetto a quello del 2010, pur con numeri inferiori a quelli stimati dagli analisti di Wall Street; in calo gli iPod. E’ stato un trimestre di attesa, principalmente per lo spostamento nella roadmap dell’iPhone dell’uscita del nuovo modello da giugno/luglio ad ottobre, questo ha inciso certamente contenendo le vendite. Di contro le stime per il trimestre in corso sono altissime, Apple potrebbe raggiungere un fatturato vicino ai 40 miliardi di dollari. Tutte le cifre … Continua a leggere Apple – I risultati del Q4 – 2011