Apple TV+, Netflix e YouTube tagliano la qualità dei video in streaming

I principali fornitori di contenuti in streaming, come Apple, Netflix e YouTube, hanno tagliato la qualità dei video destinati agli utenti europei. La decisione è stata presa su richiesta delle autorità europee, nell’ottica di preservare la rete e garantire un maggior banda a disposizione dello smart working e delle comunicazioni, in questo momento difficile a causa della pandemia di Coronavirus.

Continua a leggere Apple TV+, Netflix e YouTube tagliano la qualità dei video in streaming

UE ed Apple allo scontro sulla standardizzazione dei caricabatterie

L’Unione Europea lavora da tempo per la standardizzazione dei caricabatterie delle apparecchiature radio mobili come telefoni cellulari, tablet ed eBook reader.  Un sicuro vantaggio per gli utenti, che non si vedrebbero costretti ad avere e portarsi in viaggio una pletora di cavi e cavetti differenti per ogni dispositivo, ma Apple si dichiara molto critica in proposito, considerando la porta unica un freno per l’innovazione. Approfondiamo …

Continua a leggere UE ed Apple allo scontro sulla standardizzazione dei caricabatterie

Come unire più file PDF

Icone App MacOS X - AnteprimaA volte sorgono necessità particolari e si iniziano ricerche di software di terze parti utili allo scopo, senza pensare che forse la soluzione è già presente sul Vostro Mac. Di cosa parliamo ? Dei file PDF. Avete mai avuto la necessità di unire più documenti in un unico file ? Questo è possibile tramite Anteprima, il software che fa parte dell’installazione di MacOS X … Continua a leggere Come unire più file PDF

UE e Giappone cooperano per il 5G

bandiere_eu_giapponeNell’ambito del 23° vertice svoltosi, a Tokyo Unione Europea e Giappone hanno stretto un accordo per unire le forze sullo sviluppo delle reti mobili 5G al fine di creare in Europa un mercato unico digitale, creando norme condivise e individuando nuove frequenze. Günther Oettinger, Commissario europeo per l’Economia e la società digitali, ha dichiarato:”Il 5G sarà la spina dorsale delle economie e società digitali in tutto il mondo. L’accordo col Giappone è una tappa fondamentale verso una definizione globale del 5G, delle caratteristiche dei servizi e degli standardÈ una dimostrazione del fatto che i nostri paesi sono pronti ad assumere la guida nella creazione del futuro digitale “. L’accordo prevede anche una cooperazione sulle fronte delle applicazioni 5G in settori quali le automobili connesse e la sanità on-line. Verrà istituito un meccanismo di finanziamento comune che permetterà di finanziare più facilmente i progetti congiunti. L’UE ha firmato anche un accordo per stimolare gli scambi scientifici tra il Centro Europeo di Ricerca e la Japan Society for the Promotion of Science. Per approfondimenti leggi Il comunicato stampa in inglese.

Con eCall l’auto chiamerà i soccorsi automaticamente

eCallLa Commissione Europea vuole l’eCall, un sistema in grado di allertare automaticamente i servizi di emergenza e assistenza stradale in caso di grave incidente, ed ha fatto i primi passi per arrivare ad avere la sua adozione su tutte le auto di nuova immatricolazione entro il mese di ottobre 2015. Il sistema eCal garantirà un forte calo delle vittime degli incidenti stradati ed una diminuzione anche degli incidenti secondari, oltre ad offrire l’oportunità alle case automobilistiche di sfruttare la strumentazione necessaria per offrire ulteriori servizi all’automobilista. Scopriamo insieme un pò di dettagli … Continua a leggere Con eCall l’auto chiamerà i soccorsi automaticamente

Neutralità della rete, abolizione dei costi di roaming e durata dei contratti

La Commissione Europea ha ufficializzato un pacchetto di riforme teso a riformare il settore della telefonia, sia fissa che mobile, con al centro l’abolizione dei costi di roaming, la neutralità della rete e la durata dei vincoli contrattuali imposti dagli operatori. Andiamo con ordine … Continua a leggere Neutralità della rete, abolizione dei costi di roaming e durata dei contratti

L’UE stanzia 50 milioni di euro per la ricerca sulle reti 5G

Unione-EuropeaL’Unione Europea ha stanziato 50 milioni di euro per la ricerca sulle reti mobili di quinta generazione (5G). Lo ha annunciato la vicepresidente della Commissione europea Neelie Kroes, con l’obiettivo di riportare l’Europa in testa a livello mondiale nel settore delle comunicazioni mobili. Queste le sue dichiarazioni: “Voglio che l’industria europea diventi leader mondiale nel campo del 5G, basandosi sulla ricerca europea e creando posti di lavoro in Europa, e intendo realizzare questo intento“. Le previsioni indicano che entro il 2020 il traffico dati mobile si sarà moltiplicato di 33 volte rispetto al 2010, l’accesso alla rete sarà sempre più importante ed avverrà sempre più tramite dispositivi mobili come smartphone, tablet, macchine e sensori, che richiederanno una tecnologia più efficiente e pervasiva, in grado di sostenere l’aumento costante del flusso di dati. Lo spostamento di tutti i settori economici al digitale fa sì che imprese e cittadini debbano poter contare su un accesso mobile alla rete agevole, affidabile e veloce. L’ondata di progetti di ricerca che verranno finanziati, punta a portare nella vita quotidiana degli europei una tecnologia mobile a banda larga ultraveloce e all’avanguardia. METIS, 5GNOW, iJOIN, TROPIC, Mobile Cloud Networking, COMBO, MOTO e PHYLAWS sono alcuni dei nuovi progetti di ricerca UE intesi a soddisfare le necessità di progettazione e le funzionalità necessarie per lo sviluppo delle reti di quarta generazione e oltre. Approfondiamo … Continua a leggere L’UE stanzia 50 milioni di euro per la ricerca sulle reti 5G

L’avvocato generale dell’Unione Europea boccia i filtri al peer-to-peer

Gli operatori di telefonia mobile stanno valutando l’opportunità di limitare il peer-to-peer tramite appositi filtri. Questo si renderebbe necessario per “razionalizzare” l’uso della rete e permettere a tutti di navigare ad una velocità minima garantita. Telecom ha già messo in atto questa intenzione. Da una parte molti vorrebbero che questi accorgimenti tecnici fossero tali da limitare la velocità di download per i software peer2peer, così da inibirne indirettamente l’uso, cercando in questo modo di tutelare il diritto d’autore, ma arriva adesso il parere contrario dell’avvocato generale dell’Unione Europea, nella persona di Cruz Villalon. Azioni di questo genere lederebbero tre diritti specifici: la protezione dei dati personali degli internauti, il segreto delle comunicazioni e libertà di informazione; strettamento collegati l’uno all’altro. Approfondiamo … Continua a leggere L’avvocato generale dell’Unione Europea boccia i filtri al peer-to-peer

Garanzia iPhone – Apple rimuove le barriere tra i paesi dell'Unione Europea

Logo Unione Europea 3DNella scorsa primavera la Commissione Europea ha lanciato due investigazioni preliminari relative alle politiche attuate da Apple per quanto riguarda lo sviluppo delle applicazioni per iOS e per l’applicazione della garanzia in base al paese di acquisto del dispositivo. Il commissario Europeo alla concorrenza Joaquin Alumnia, dopo aver ricevuto e analizzato le comunicazioni giunte da Apple su entrambe le questioni ha comunicato l’intenzione di chiudere i procedimenti, commentando: “Apple’s response to our preliminary investigations shows that the Commission can use the competition rules to achieve swift results on the market with clear benefits for consumers, without the need to open formal proceedings”.  Approfondiamo … Continua a leggere Garanzia iPhone – Apple rimuove le barriere tra i paesi dell'Unione Europea