ADOC – Chiedere il rimborso della tassa di concessione governativa

Logo ADOC - Associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatoriIn seguito alla recente giurisprudenza tributaria, che ha definito impropria l’applicazione della tassa di concessione governativa, l’ADOC ha lanciato la campagna contro la suddetta tassa, illegittimamente prevista per gli abbonamenti di telefonia mobile privati e business. L’Adoc mette a disposizione una lettera di diffida con la quale richiedere il rimborso di quanto pagato negli ultimi tre anni. In base ai calcoli si tratta di un massimo di 185,76€ (5,16 euro al mese moltiplicato per 36 mesi) per i privati e un massimo di 464,76€ (12,91 euro al mese per 36 mesi) per i contratti business. La diffida va inviata alla propria compagnia telefonica presso la sede legale con raccomandata A/R, e per conoscenza all’Adoc anche via fax o posta elettronica, allegando copia delle fatture e delle ricevute di pagamento. Le lettere di diffida sono disponibili online sul sito dell’Adoc e presso le sedi territoriali, dove è possibile rivolgersi per qualsiasi chiarimento in merito. Adoc

3 commenti su “ADOC – Chiedere il rimborso della tassa di concessione governativa”

  1. ma quindi è pensabile che da oggi in poi smettano di addebitarcela di default?!? non sapevo nulla, sarebbe un’ottima notizia! per quanto riguarda la retroattività: io ho proprio cambiato gestore a luglio scorso dopo 15 anni (vodafone>H3G); mi sa che sarà dura farsi rimborsare… 🙁

  2. Non ho ancora notizie, credo sia ancora troppo fresca per aspettarsi già un adeguamento da parte dei gestori. Appena ho notizie scrivo qualcosa. Tra l’altro … chi ha avuto in questi anni il rimborso da parte del gestore ?

  3. @ Hiroshi: giusto, siamo in Italia… si adegueranno solo dopo richiami e minacce varie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *